Ambulanza investe in retromarcia - come ottenere il risarcimento

Purtroppo, la situazione in cui un'ambulanza investe in retromarcia è molto più comune di quanto si possa pensare. È un argomento importante, perché gli incidenti causati da manovre errate di mezzi di soccorso come le ambulanze sono più frequenti di quanto si possa immaginare. La fretta di raggiungere l'ospedale o la concentrazione sul paziente a bordo possono indurre a distrazioni durante le manovre.

Quando si è vittima di un investimento, soprattutto in retromarcia, non è sempre semplice ottenere il risarcimento dei danni subiti. Le compagnie assicuratrici dei mezzi di emergenza tendono a contestare la dinamica addossando responsabilità alla vittima, per non dover liquidare ingenti somme.

Spesso il singolo cittadino si trova impreparato ad affrontare da solo le vertenze, senza gli strumenti adeguati a far valere le proprie ragioni. Ecco perché in questi casi è fondamentale rivolgersi sin da subito ad un'agenzia specializzata come Infortunistica Veneta.

I suoi professionisti, grazie all'esperienza pluriennale, ricostruiscono nei minimi dettagli l'accaduto mediante perizie accurate, tutelando il danneggiato nel complesso iter risarcitorio anche in caso di contenzioso. È la soluzione ideale per ottenere in tempi certi il risarcimento del danno subito.

Ambulanza investe in retromarcia: come dimostrare la responsabilità dell'investitore e ottenere il risarcimento del danno

Nel caso in cui si subisca un incidente a causa della manovra di retromarcia di un'ambulanza, per ottenere il risarcimento dei danni subiti è essenziale dimostrarne la responsabilità. Un'agenzia infortunistica stradale specializzata come Infortunistica Veneta ricostruisce dettagliatamente la dinamica dell'accaduto tramite sopralluoghi, rilievi plano-altimetrici e analisi dei rilievi fotografici eseguiti sul posto.

Sono inoltre acquisite le testimonianze dei presenti e i verbali delle autorità intervenute. Sulla base di tali elementi, i consulenti dell'Agenzia redigono una perizia tecnica che accerta con precisione le responsabilità dell'investitore, attestando la corretta esecuzione della manovra di retromarcia.

Con tale supporto documentale, i consulenti legali sono in grado di dimostrare l'inadempimento dei doveri generali di diligenza, prudenza e riflessi da parte del conducente del mezzo di soccorso. Vediamo di spiegare meglio queste voci:

  1. Dovere di diligenza: obbligo del conducente di mantenere una condotta di guida prudente e attenta, adeguando la velocità alle condizioni del traffico e garantendo in ogni momento il pieno controllo del mezzo.
  2. Dovere di prudenza: dovere di adottare tutte le cautele necessarie ad evitare possibili fonti di pericolo durante la guida, come prima di effettuare manovre.
  3. Dovere di riflessi: capacità di reagire con tempestività ed efficacia agli imprevisti che possano verificarsi durante la marcia, come l'insorgere di situazioni di pericolo improvvise.

In sostanza, quando si parla di "inadempimento di questi doveri" ci si riferisce al fatto che il conducente dell'ambulanza, durante la manovra di retromarcia che ha causato l'incidente, non ha osservato le normali regole di cautela e prudenza richieste ad ogni guidatore (a maggior ragione se al volante di un mezzo di soccorso) in termini di controllo del mezzo e tempestività di reazione.

Ciò consente di ottenere pienamente il risarcimento danni per fatto illecito da responsabilità, sia in via stragiudiziale che eventualmente attraverso l'instaurazione di un giudizio.

Incidente ambulanza: la perizia tecnica per ricostruire la dinamica dell'incidente e quantificare i danni

Un elemento fondamentale per ottenere il pieno risarcimento in caso di incidente con ambulanza è la perizia tecnica, strumento imprescindibile per ricostruire l'esatta dinamica del sinistro ai sensi del Codice della Strada.

I consulenti intervengono sul luogo dell'evento per compiere accurati rilievi planimetrici e registrazioni fotografiche. Sono quindi analizzati tutti i segni lasciati sull'asfalto, le posizioni dei mezzi coinvolti e gli elementi utili alla ricostruzione. I dati raccolti, uniti alle testimonianze acquisite, consentono alla perizia di attestare con precisione millimetrica e scientifica la posizione dei veicoli prima, durante e dopo l'impatto.

In questa fase è inoltre valutato lo stato dei luoghi e il rispetto delle norme contenute nel Codice della Strada. Infine, la perizia si occupa anche di quantificare nel dettaglio i danni fisici e materiali subiti, separando nettamente le voci risarcibili. Grazie ad Infortunistica Veneta il danneggiato ottiene gli strumenti tecnici per una completa tutela giudiziaria.

Ambulanza incidente: le tutele legali per far valere le proprie ragioni e ottenere il risarcimento anche in caso di contestazioni

Quando si subisce un incidente con un'ambulanza, non è raro che sorgano contestazioni da parte del gestore del mezzo di soccorso circa la dinamica degli eventi o la sussistenza di una responsabilità.

In tali casi, l'assistenza di professionisti è fondamentale per far valere con certezza i propri diritti. Gli avvocati di Infortunistica Veneta, infatti, sanno gestire un’eventuale trattativa stragiudiziale portando a supporto documenti quali verbali, planimetrie, fotografie e soprattutto la perizia tecnica.

Qualora permangano le contestazioni dell'assicurazione, sono in grado di avviare il giusto contenzioso legale dinanzi al Giudice di Pace o al Tribunale, rappresentando il danneggiato in ogni fase processuale. Grazie alla consolidata esperienza, l'Agenzia è inoltre in grado di suggerire le mosse strategiche più opportune per massimizzare le probabilità di ottenere pieno risarcimento in tempi brevi, anche attraverso la conciliazione giudiziale.

Affidandosi a Infortunistica Veneta, il danneggiato può affrontare la vertenza con la serenità di essere tutelato da professionisti.

Infortunistica Veneta: gestione degli infortuni

Infortunistica Veneta tutela i vostri interessi, perché possiate ottenere il giusto risarcimento da infortuni o sinistri di qualunque tipologia.

Affidarsi a professionisti dell’infortunistica come il nostro staff significa beneficiare di una consulenza e di un’assistenza professionale atta ad alleggerire una situazione per voi già pesante. Tutta la parte burocratica relativa alla gestione del risarcimento da infortuni - periti, raccomandate, adempimenti di legge ecc. - diventeranno il nostro compito quotidiano, facendo valere i vostri diritti nelle sedi opportune nel minor tempo possibile e puntando ad una soluzione realmente equa.

Infortunistica Veneta: gestione degli infortuni

Infortunistica Veneta tutela i vostri interessi, perché possiate ottenere il giusto risarcimento da infortuni o sinistri di qualunque tipologia.

Affidarsi a professionisti dell’infortunistica come il nostro staff significa beneficiare di una consulenza e di un’assistenza professionale atta ad alleggerire una situazione per voi già pesante. Tutta la parte burocratica relativa alla gestione del risarcimento da infortuni - periti, raccomandate, adempimenti di legge ecc. - diventeranno il nostro compito quotidiano, facendo valere i vostri diritti nelle sedi opportune nel minor tempo possibile e puntando ad una soluzione realmente equa.

News e notizie recenti Infortunistica Veneta

Sinistro da turbativa: come ottenere il risarcimento in caso di incidente senza urto
La tipologia di incidente stradale nota come "sinistro da turbativa", caratterizzata dall'assenza di un contatto materiale tra i veicoli ma comunqu...
Danno da perdita parentale: la ricerca di criteri oggettivi per la quantificazione del risarcimento del danno affettivo
Il danno da perdita parentale, conseguente al decesso di un congiunto, è considerata una delle casistiche risarcimenti maggiormente complesse da un...
Bollo scaduto cosa succede?
Bollo scaduto cosa succede? Vediamo insieme le casistiche. Il caso del bollo auto scaduto e non pagato interessa purtroppo un numero significativo ...
Ambulanza investe in retromarcia - come ottenere il risarcimento
Purtroppo, la situazione in cui un'ambulanza investe in retromarcia è molto più comune di quanto si possa pensare. È un argomento importante, perch...
Infortunio su mezzo pubblico: come comportarsi, obblighi del gestore e iter assicurativo
Un infortunio su mezzo pubblico oggi è un evento molto più comune di quanto non si possa pensare. I recenti dati statistici diffusi dall'Istat e da...
Multa patente dimenticata: servizi di infortunistica stradale per verbale senza patente
È indiscutibile che la multa patente dimenticata sia una delle sanzioni amministrative più ricorrenti nel nostro Paese. Secondo i dati Istat, ogni ...

Case History Infortunistica Veneta

Danno da vernici
Si rivolgono al nostro studio alcuni lavoratori che hanno avuto l’automobile danneggiata. Ci troviamo nell’area portuale di Ravenna, mentre una dit...
Danno mortale – auto che esce di strada causa velocità e finisce contro un albero posizionato al lato della strada
Posto che questa tragica vicenda coinvolge anche dei minori, per rispetto di tutti gli eredi ometteremo volutamente dettagli che possano in qualche...
Lo strano caso di un giornalista
Nel gennaio 2013 una nostra collaboratrice ci segnalava che il conduttore di una televisione locale, durante il programma - seduto su un divano - a...
Incidenti al supermercato
Sugli incidenti al supermercato Infortunistica Veneta ha una casistica davvero invidiabile.
Vittime della strada per colpa di un Guard-rail fuori norma
L’urto contro guard-rail non a norma costituisce una tipologia d’incidente particolarmente pericolosa. Un guard-rail non a norma non è in grado di ...
Risarcimento danni per perforazione da colonscopia
I fatti: perforazione da colonscopiaIl Signor C., nostro assistito, viene sottoposto a colonscopia per dolore addominale persistente, l'esame viene...

Cosa dicono di noi e di come lavoriamo.

Pietro

Quando divenni cliente di Infortunistica Veneta ero sul letto di un ospedale: a seguito di un terribile incidente stradale la mia vita era appesa a un filo. A seguito di un forte trauma a una vertebra cervicale e una lesione spinale la mia aspettativa di tornare a camminare era bassissima.

Giuseppe

Mi chiamo Giuseppe, ho 53 anni e mia madre è morta per un’infezione ospedaliera. Nel 2013 aveva 85 anni: un giorno cadde in casa, si ruppe un femore, fu ricoverata in un ospedale della provincia di Bologna e subì quello che può essere considerato un intervento di routine.

Paola

Il vero risarcimento per la morte di mio fratello è stata l’umanita! Un incidente stradale mi ha strappato mio fratello. Sono stati giorni, mesi e anni terribili e oggi, ancora, non riesco a parlarne senza soffrire profondamente per l’ingiustizia terribile per quello che successe.

Pietro

Mi chiamo Pietro Orlando, avevo 63 anni, e finalmente mi stavo godendo la pensione, quando un incidente stradale d’un tratto mi ha cambiato la vita. Una macchina che attraversava il paese nel senso opposto al mio, ha mancato una precedenza e svoltando mi ha colpito in pieno.

Ermanno

Mi chiamo Fogli Ermanno e sono un cliente riconoscente a Infortunistica Veneta. Avevo 32 anni, ero fermo a uno stop pronto a immettermi sulla Romea, quando come un fulmine che squarcia il cielo mi piombò addosso un camion che aveva perso il controllo.

Hai qualche domanda?

Compila l’apposito modulo e un nostro incaricato provvederà a ricontattarti nel minor tempo possibile

Hai qualche domanda?

Compila l’apposito modulo e un nostro incaricato provvederà a ricontattarti nel minor tempo possibile